Elenco delle istanze disponibili all’interno dello sportello telematico unificato.

Pagamento di diritti, oneri ed imposta di bollo.

Elenco dei moduli compilabili e degli allegati richiesti per le diverse istanze.

Elenco degli interventi disponibili all'interno dello sportello telematico unificato.

Chi può presentare istanze per eseguire interventi edilizi?

Il 29 luglio 2017 è stata pubblicata la Deliberazione della Giunta Regionale 17/07/2017, n. 10/6894, con la quale Regione Lombardia ha deciso di adottare nuovi moduli, unificati e standardizzati, per presentare segnalazioni, comunicazioni e istanze in materia di attività edilizia.

 

Pertanto, a partire da lunedì 2 ottobre non sarà più possibile inviare istanze CILA e PDC con la vecchia modulistica, comprese quelle che erano in fase di compilazione.

Gli interventi edilizi possono essere eseguiti da chi è titolare di un diritto reale sul bene (area o fabbricato) oggetto dell'intervento o di un diritto personale compatibile con l'intervento da realizzare (es. rapporto di locazione o di conduzione).

 

Proprietario

dell’immobile
Soggetto attuatore in virtù di convenzione
Superficiario nei limiti della costituzione del suo diritto (articolo 952 e articolo 955 del Regio Decreto 16/03/1942, n. 262 "Codice Civile")
Enfiteuta nei limiti del contratto di enfiteusi
Usufruttuario o titolare di diritto di uso o di abitazione solo per interventi di manutenzione, restauro e risanamento conservativo o assimilabili
Titolare di servitù prediali solo per interventi di manutenzione, restauro e risanamento conservativo o assimilabili
Locatario solo per interventi di manutenzione, restauro e risanamento conservativo o assimilabili, che rivestano carattere di urgenza (articolo 1577 del Regio Decreto 16/03/1942, n. 262 "Codice Civile"). Gli interventi devono essere autorizzati dal proprietario per iscritto nel contratto di locazione oppure con autorizzazione espressa. Occorre produrre copia del contratto di locazione
Beneficiario di un provvedimento di occupazione d’urgenza con esclusivo riferimento all’opera inerente il provvedimento
Concessionario di beni demaniali, conformemente all’atto concessorio per quanto definito nella concessione del bene demaniale. Per le opere non previste nella concessione del bene demaniale occorre acquisire il consenso dell'Ente concedente
Azienda erogatrice di pubblici servizi conformemente alla convenzione, accordo o servitù definite con il proprietario o avente titolo. Occorre produrre copia della convenzione, accordo o servitù
Titolare di un diritto derivante da un provvedimento giudiziario o amministrativo come la qualità di tutore, di curatore, di curatore fallimentare, di commissario giudiziale, di aggiudicatario di vendita fallimentare. Occorre produrre copia del titolo
Amministratore di condominio il condominio deve essere giuridicamente costituito e deve essere prodotto il verbale dell'assemblea condominiale oppure la dichiarazione sostitutiva dell'Amministratore del Condominio che attesta l'approvazione delle opere da parte dell'assemblea condominiale con la maggioranza prescritta dal Regio Decreto 16/03/1942, n. 262 "Codice Civile"
Assegnatario di area PEEP o PIP conformemente all’atto di assegnazione dell’organo comunale competente, esecutivo ai sensi di legge
Soggetto responsabile dell’abuso edilizio è necessario produrre atto di assenso della proprietà (articolo 13 della Legge 28/02/1985, n. 47)
Altro negozio giuridico consente l’utilizzo dell’immobile o attribuisce facoltà di presentare il progetto edilizio ed eseguire i lavori

Comune di Desenzano del Garda

Via Carducci, 4 - 25015 Desenzano del Garda (BS)

Tel. 0309994211 - Fax 0309143700
C.F. 00575230172 - P.I. 00571140987

protocollo@pec.comune.desenzano.brescia.it

 

Lo Sportello telematico unificato  |  Diritti e Privacy  |  Credits